Spagna primo amore

20 03 2010

Sono passati dodici anni dal primo viaggio in Spagna, una stagione travolgente che non scorderò mai. Da allora sono tornato più volte. Lavoro, piacere, brevi incursioni, fughe.
Ritrovo ora la dolce cantilena della lingua, parole che credevo denticate. Tutto ha un sapore nuovo come un libro riletto dopo tanto tempo che comunica nuove emozioni, nuovi pensieri.
Ma il viaggio che ci aspetta non lascia il tempo per nostalgici ricordi. Non ho voglia di guardarmi intorno, visitare qualcosa, vagare. Il nostro garage dista 20 metri del museo Reina Sofia. Non c’è tempo.
Oggi abbiamo iniziato le riprese del documentario di viaggio che ci seguirà. Una strana truppa di italospagnoli vagava per il centro con due vistosi fuoristrada ed una telecamera. Si aggiungono cosi’ alla squadra Valerio e Nacio, il nostro regista. Domani si parte davvero: visita al console italiano, ritiro dei visti all’ambasciata della Mauritania e poi via verso sud. Il tuffo.

Annunci




Compleanno in tangenziale

19 03 2010

Si corre. Facciamo più di mille chilometri in dodici ore terrificanti. Raggiungiamo Madrid con la schiena rotta ma la tabella di marcia rispettata. Quasi mi dimentico che ritorno oggi in Spagna dopo tantissimo tempo. Ho tanti ricordi qua…ma ora e’ troppo tardi e sono stravolto.
Entro a Madrid guidando solo, seguendo gli altri. E’ l’una di notte, mi fanno cenno di affiancarli come spesso succede, forse per fare una foto. Abbiamo le radio scariche, non so cosa vogliano e devo abbassare al finestrino. Matteo urla: auguri!
Avevo rimosso che oggi e’ il mio compleanno, sono 34. Mi ricorderò di questi auguri sulla tangenziale di Madrid.
Svengo. Buonanotte.